Acquista l'eBook Sito VIVACE su Amazon! Segui Elena Veronesi su Facebook, Twitter e con gli RSS RSS Feed Facebook Twitter

Per essere innovativi bisogna vivere il presente, parola di Joichi “Joi” Ito

Pubblicato da Nessun Commento

Piani di sviluppo decennali, progetti pianificati al 2020, riunioni per prevedere i trend. Secondo Joi Ito sono tutte perdite di tempo! Perché per sviluppare la vera innovazione bisogna vivere il presente, immergersi nei problemi reali e trovare delle soluzioni dal basso verso l’alto.
Ito racconta molti esempi interessanti nel suo TED Talk “Want to innovate? Become a "now-ist"”. Se non hai tempo di guardare il video, dai un’occhiata al mio sketchnote dell’interevento!

Ricorda di annaffiare i neuroni, magari con un disegno

Pubblicato da Nessun Commento

 

Qualcuno li chiama ancora “segnacci di distrazione”. Per fortuna negli ultimi anni una nuova corrente di pensiero sta spiegando al mondo quando gli “scarabocchi” siano importanti per la nostra mente. Perché a differenza di quello che si crede, disegnare mentre si ascolta aiuta la comprensione, facilita il ricordo e rende più solido l’apprendimento.

Sunni Brown, autrice del libro “Gamestorming”, utilizza una metafora bellissima per spiegare come il disegno sia utile per la mente: “quando offri ad un cervello adulto un diverso tipo di giardino nel quale far crescere qualcosa, le persone vi faranno fiorire tipi diversi di piante. [...] Si crea un reframing dell’ambiente mentale che dà vita ad un tipo diverso di ragionamento. Scarabocchiare apre le porte a nuove capacità di pensiero”.

Il disegno finalizzato al pensiero strategico è un approccio che conosciamo fin da quando eravamo bambini. Peccato poi averlo dimenticato strada facendo. Tanti grandi pensatori del nostro tempo sono stati e sono tutt’ora dei “doodlers” (scarabocchiatori!): George Washington, Thomas Edison, John F. Kennedy, Lyndon Johnson, Ronald Reagan Vladimir Nabokov e Bill Gates, solo per citarne alcuni.

Disegnare, anche dei semplici segni a caso, è un atto liberatorio e generativo, utilissimo al processo creativo. Perciò perché non provare?

“Scarabocchio terapia”: perché disegnare fa bene alla mente

Pubblicato da Nessun Commento

I miei libri di scuola non hanno mai avuto pagine bianche. Li ho sempre riempiti di appunti, sottolineature, scritte. Ma soprattutto disegni, che mi aiutavano a capire meglio, a memorizzare e contestualizzare in modo più efficace i concetti.

Sono da sempre una gran sostenitrice dello “scarabocchio”, ovvero la pratica di lasciar andare la mano a comporre segni e figure che danno un volto agli appunti. In questo bellissimo video si sfata un mito: “scarabocchiare = distrarsi”. In realtà il disegno migliora la comprensione a facilita il ricordo. Ma di questo parleremo in un altro post!

(notes on) biology from ornana films on Vimeo.